Archivio tag | Rievocazione storica

Ferie delle Messi 2011: raccontata da una Protagonista! (I)

Venerdì 17 giugno 2011: Appena scende la notte…

A dispetto dell’infausto giorno (venerdì 17), la Ferie delle Messi parte col botto con l’esibizione dei gruppi dell’Associazione e un ospite presente da otto anni, la Fanfarenzug, gruppo di tamburi e trombe antiche proveniente da Meersburg, paese tedesco sul lago di Costanza gemellato con San Gimignano.

La folla si accalca sulle gradinate del Duomo mentre lo strepitare dei Tamburi di San Gimignano e la Fanfarenzug apre ufficialmente la manifestazione.

Segue l’esibizione del gruppo di danza medievale “Medioevo in Danza” con sei coreografie: Branle des Chevaux, Branle Pinegay, Champenoise Italiana, Gagliarda, Salterello e la Farandola, un serpentone di persone che si tengono per mano correndo.

A seguire, la Compagnia d’Arme della Rocca di Montestaffoli allieta la serata con lotte talmente appassionate che nel buio si scorgono le scintille prodotte dallo scontro delle spade, seguite dalle espressioni di stupore degli spettatori….

Tina Fasulo

Ferie delle Messi 2011: raccontata da una Protagonista!

Il post di oggi è un vero e proprio resoconto/diario (ogni giorno ne pubblicheremo una pagina) della Ferie delle Messi 2011, dalla serata di venerdì 17 giugno fino a domenica 19.
La narratrice è Tina Fasulo, componente dell’ensemble “Medioevo in Danza” dell’associazione dei Cavalieri di Santa Fina che anima, insieme ad altri “rievocatori”, la tre giorni sangimignanesi. Il suo, quindi, è un racconto partecipato e vero, carico di emozini e di passioni. Grazie Tina!!!

Ferie delle Messi 2011: il Trecento in presa diretta

La Ferie delle Messi è una manifestazione storico-medievale in chiave trecentesca promossa dall’Associazione Cavalieri di Santa Fina, nata nel 1993 con lo scopo di riproporre a San Gimignano antichi avvenimenti della sua storia medievale.
Le tradizionali “Ferie Messium” erano stabilite con rubriche statutarie dal titolo “De Ferriis Ponendis” del 1255 e 1314 e questa festa, celebrata da tutta la popolazione per festeggiare il buon raccolto, comprendeva canti, balli, giochi e gara tra campioni a cavallo armati di bastone, la Giostra dei Bastoni.
L’edizione 2011 si è articolata in tre giorni: dalla serata di venerdì 17 giugno fino all’intera domenica 19.
Il successo di questa manifestazione consegue dalla combinazione di tanti fattori vincenti: dall’impegno e alla preparazione dei membri dell’associazione, dei figuranti e dei gruppi, alla grande partecipazione del pubblico. Notiamo che i turisti americani sono particolarmente estasiati dalle rievocazioni storiche medievali, proprio perché il loro giovane paese non ha testimonianze storiche di questo periodo, tipicamente europeo. Ma gli ospiti della manifestazione sono stati i gregari della corsa più attesa dal popolo sangimignanese…

4 Giugno 2011: Preludium Ferie Messium!

Un po’ di storia recente….

L’Associazione de “I Cavalieri di Santa Fina” nasce nel 1993. Il nome ha origine da Fina dei Ciardi, la bambina che nel 1253 morì a soli 15 anni, diventando la compatrona della città di San Gimignano.
Il gruppo dei cavalieri, riferendosi a documenti del XIII secolo, che comprovano la partecipazione di cavalieri sangimignanesi alle battaglie di Montaperti (1260) e di Campaldino (1289), ha voluto riproporre alcuni aspetti della tradizione cavalleresca, riportando in vita anche le quattro storiche contrade di San Giovanni, Piazza, CasteIlo, San Matteo.
Compito dei cavalieri è partecipare agli avvenimenti ufficiali della città e, in modo particolare, alla celebrazione della festa di Santa Fina.
Con cadenza annuale, rievocano le tradizionali “Ferie Messium”, stabilite con rubriche statutarie dal titolo “De Ferriis Ponendis” del 1255 (Il, 29) e deI 1314 (II, 11).
Questa festa, che veniva celebrata da tutta la popolazione come ricorrenza prioritaria ai raccolti, era motivo di divertimento con canti, balli, giochi, e combattimenti tra campioni a cavallo armati di bastone.
Ogni anno San Gimignano rivive così l’atmosfera medievale col grande mercato, i cavalieri, le milizie, gli artigiani al lavoro, i saltimbanchi e i musicisti.


Uno degli elementi costitutivi della festa è il grande corteo, in cui i colori, gli oggetti e i numerosi personaggi esprimono simbolicamente il rapporto fra terra e fertilità.
Il rituale della benedizione dei cavalli delle quattro contrade, la giostra dei bastoni, il gioco del tiro alla fune, il grande mercato di arti e mestieri, aderiscono il più possibile alla filologia medievale.
Quest’anno l’Associazione “I Cavalieri di Santa Fina” organizza, per la prima volta, il “Preludium Ferie Messium”, una giornata medievale nella Rocca di Montestaffoli a San Gimignano. Il “Preludium”, che si svolgerà il 4 Giugno (dalle 11 alle 21), è un’anticipazione della tradizionale Ferie delle Messi, durante la giornata si alternerranno esibizioni dei gruppi facenti parte dell’Associazione.
Ballerini, Musici e Duellanti vi aspettano all’interno del Cassero della Rocca di Montestaffoli  per rivivere insieme il Medioevo!